Come risparmiare un’ora al giorno
mm

Come risparmiare un’ora al giorno

Come risparmiare un’ora al giorno. Titolo originale: how to save an hour every day. Un libro che cambierà il vostro modo di gestire il tempo.

Antefatto: il mio amico Mike, in qualità di consulente, viaggia molto ed ha la capacità di disseminare le scrivanie di varie aziende dei libri che sta leggendo.

L’ultima volta ha lasciato un pacco di libri in inglese, tra cui spiccava questo “how to save an hour every day”, letteralmente come risparmiare un’ora al giorno. Tra me e me pensavo fosse la solita “americanata”, uno tra i tanti libri manageriali stile “nessun problema solo opportunità”, “i 5 segreti del successo”, “come conquistare il pubblico in 10 minuti”, ed altre minchiate del genere, e quindi l’ho preso e messo in borsa pensando di leggiucchiarlo in treno giusto come ripasso dell’inglese.

Leggendolo invece ho scoperto che l’autore è un coach brillante e conosciuto, tale Michael Heppel, autore di diversi libri e di un sito a suo nome, all’indirizzo www.michaelheppell.com, dove si trovano molte risorse, acquistare i suoi libri etc.: evidentemente uno che ha fatto branding di se stesso.

Il libro però è veramente divertente, ed invito a leggerlo anche a causa del suo inglese fluido leggibile anche da un B1. Le mille trovate che si trovano scritte per risparmiare tempo sono realistiche, ad esempio come usare meglio le mail (che non dovrebbero essere usate al posto delle conversazioni), come organizzare riunioni più efficaci che facciano risparmiare tempo (anziché meeting fiume), come organizzare il proprio PC, come telefonare più efficacemente, come fare To-do-list veramente utili, come tenere a mente le vere priorità e “secondarizzare” il resto.

Alla fine però sono due le cose che mi hanno colpito di più:

A) Organizzare la propria settimana in 3 tipologie di giornate, Key days, Stuff days e Me days. Uno pensa di avere sempre giorni chiave, non è vero! Un giorno chiave è quello dove prendi decisioni importanti, firmi contratti da un milione, approvi la campagna pubblicitaria, assumi una persona importante, fai una riunione fondamentale. In queste giornate la concentrazione dev’essere massime e non ci si deve “sconcentrare” a guardare la posta, sistemare i file etc. Ci sono una / due giornate di questo tipo alla settimana. Lo stuff day è invece una giornata di tipo organizzativo: posta, mail, firmare fatture, buttare carte vecchie, fare la nota spese etc. Ma anche in casa: sistemare il garage, domiciliare una bolletta, fare le spese, portare il figlio dal dottore… Il Me day è il giorno dedicato a se stessi ed alla propria famiglia / figli: guai in questi giorni lavorare o fare attività varie; questi giorni servono a ricaricare le pile e devono essere realmente “ricreativi”. Solo i più bravi sono in grado di organizzarsi per avere almeno due Me days alla settimana.

B) Scopo del risparmio del tempo non è per lavorare di più o guadagnare di più o simili, ma semplicemente avere più tempo per fare ciò che è veramente importante per se stessi e per la propria vita: può essere lavorare di più per qualcuno, per altri più semplicemente comprare un disco jazz in vinile ed ascoltaselo in pace sorseggiando una buona Guinness, o suonare la chitarra con i propri figli.

Condividi